venerdì 20 aprile 2018

Il libro della terra / Todd Parr

Questa settimana e più esattamente il 22 Aprile, in tutto il mondo si festeggia la giornata della terra, una data pensata per celebrare la terra e promuoverne la salvaguardia.
Todd Parr (di cui avevo già apprezzato Il libro delle famiglie) ha ideato un albo che parla ai bambini di ecologia e dei piccoli gesti quotidiani che possiamo fare per prenderci cura della terra.
Il libro è concepito in modo molto semplice: una doppia pagina con i gesti che possiamo fare come spostarci in autobus o in bicicletta e la doppia pagina successiva con il giovamento che ne trarrebbe la terra, in questo caso aria più pulita per veder brillare le stelle.
Piccoli gesti come usare entrambi i lati del foglio per risparmiare gli alberi, chiudere l'acqua quando non la stiamo usando perché il mare sia blu, non sprecare il cibo affinché ce ne sia a sufficienza per tutti e così via.
In fondo all'albo troviamo un decalogo per proteggere la natura, una sorta di riassunto di tutto ciò che è stato descritto nelle pagine precedenti.



L'approccio del libro è semplice e diretto, comprensibile a tutti i bambini che troveranno i gesti di attenzione verso il nostro pianeta estremamente semplici da replicare.
Lo stile di Todd Parr, allegro, colorato e quasi infantile nel tratto, rende il tema adatto a tutti i bambini e crea la base per un dialogo sull'ecologia fra bambini e adulti.
Leonardo mi ha fatto tantissime domande in proposito: perché se uso meno carta ci sono più alberi? Perché se spengo la luce il pupazzo di neve resta al fresco? Perché se non butto i rifiuti devo trasferirmi su Marte?
Un modo intelligente per introdurre questo tema anche ai più piccoli!

Il libro della terra
Todd Parr
Edizioni Piemme, collana Il battello a vapore
€ 9.50

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

venerdì 13 aprile 2018

Che cos'è un bambino? / Beatrice Alemagna


Voi sapete che cos'è un bambino?
Un bambino è una persona piccola che cresce giorno per giorno e che ha fretta di diventare grande.
Un bambino ha mani, piedi e orecchie piccoli ma ha grandi idee che a volte stupiscono i grandi.
I bambini desiderano cose strane proprio come i grandi e piangono per cose strane ma per consolarli bastano degli occhi gentili e una lucina vicino al letto.
I bambini sono come spugne e assorbono tutto anche se non ce ne rendiamo conto.
Ci sono bambini di tutti i tipi, forme e colori, bassi, tondi, con gli occhiali, faticosi da gestire e che non vogliono mai andare a dormire.
Tutti i bambini sono persone piccole che un giorno cambieranno ma non devono pensarci ora: ora, tutto quello di cui hanno bisogno, sono degli occhi gentili e di una lucina vicino al letto.



In quest'albo con parole semplici Beatrice Alemagna ci dice grandi verità: i bambini sono persone piccole ma le loro idee e i loro sogni sono grandi. I bambini sono come spugne e assorbono tutto, le cose belle come quelle brutte ma hanno bisogno di poche cose per essere sereni come uno sguardo amorevole o una luce che culli i loro sogni.
Le illustrazioni "imperfette" - passatemi il termine - occupano tutta la pagina e colgono i bambini in pose curiose: stupita per una farfalla posata sul naso, incantata davanti ai fiocchi di neve o sconsolata davanti a un piatto di verdure.
Un libro per riflettere insieme adatto a bambini e genitori.

Che cos'è un bambino?
Beatrice Alemagna
Edizioni Topipittori
€ 16.00

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

martedì 10 aprile 2018

Il sacco dei misteri montessoriano



Tempo fa in biblioteca abbiamo preso in prestito un libro sulle attività creative montessoriane.
E' un libro molto bello e ben strutturato diviso per tipologia di attività da svolgere sia in casa che all'aperto, attività che coinvolgono tutti i sensi e che aiutano il bambino a scoprire il mondo.
Per ogni attività proposta c'è una breve descrizione accompagnata da una lista di ciò che serve, i passaggi per prepararla e qualche suggerimento proposto dalle educatrici montessoriane.

Come nostra prima attività abbiamo scelto il sacco dei misteri pensato per affinare il tatto.
Basta poco per realizzarlo poiché servono materiali sempre reperibili in casa: un sacchetto di stoffa che si può chiudere e oggetti piccoli e "misteriosi" tutti diversi fra loro.
Lo scopo dell'attività è quello di toccare al buio gli oggetti misteriosi, descriverli (morbido/ruvido ecc) e poi toglierli dal sacchetto per verificare le proprie impressioni.

Un'attività semplice ma sicuramente stimolante con oggetti misteriosi che possono cambiare ogni volta!

venerdì 30 marzo 2018

Il sapore sconosciuto dell'amore / Sarah Vaughan

Ci sono molti motivi per cucinare al forno: per alimentare, per creare, per fare una buona impressione, per nutrire, per definire noi stesse, e, qualche volta, bisogna ammetterlo, per perfezionarci. Ma spesso lo facciamo per saziare una fame che un semplice gesto da parte di una persona amata potrebbe colmare meglio. Lo facciamo per amare ed essere amati.

Gennaio 2012. I supermercati Eaden danno il via ad una gara culinaria per cercare la nuova Mrs Eaden ovvero una cuoca dilettante che possa emulare la moglie del fondatore dei supermercati morta qualche mese prima.
I cinque aspiranti al titolo sono diversi tra loro e ognuno ha la propria motivazione per partecipare al concorso.
Vicky è un'insegnante che ha temporaneamente lasciato la scuola per crescere il piccolo Alfie ma sente che questo ormai non le basta più.
Jenny, cinquantenne fuori forma, trova nel cibo e nella sua preparazione una grande consolazione ora che le figlie sono tutte fuori casa e il marito ha la fissa per la maratona.
Poi ci sono Karen, donna affascinante e fissata con la pulizia che cucina piatti strabilianti che non assaggia mai, Claire mamma giovane e single e cassiera presso uno dei punti Eaden e Mike, padre vedovo che ama cucinare per i propri figli.
Sono tutti molti diversi fra loro ma con in comune il fatto di cucinare per gli altri per dimostrare loro il proprio amore e tutti in cerca di un riscatto personale.
Le regole del concorso sono molto semplici: ad ogni sfida i concorrenti devono cimentarsi con una ricetta di Mrs Eaden e dopo ogni sfida c'è un vincitore a cui spetta l'onore di replicare la ricetta sul canale Youtube del gruppo. I concorrenti si studiano e si contendono il titolo di miglior cuoco dilettante ma poco a poco tra loro si instaurano veri e propri rapporti fatti di stima reciproca e fiducia.
Pagina dopo pagina scopriamo i segreti dei cinque protagonisti ai quali si aggiunge un sesto protagonista ovvero Mrs Eaden poiché la storia di questa donna accompagna tutto il libro intrecciandosi con la storia attuale.

Un libro che parla principalmente di cucina ma questo non è l'unico argomento in quanto nella storia troviamo le diverse sfaccettature dei personaggi principali, le loro debolezze e le loro virtù che li rendono molto veri.
E' un libro che mi ha coinvolto e in cui le donne sono protagoniste assolute: in particolar modo ho apprezzato la figura di Mrs Eaden e amato principalmente la sua storia (e fatto il tifo per lei affinché realizzasse il suo sogno più grande).
Un libro vivamente consigliato!

Il sapore sconosciuto dell'amore
Sarah Vaughan
Edizioni Garzanti
€ 16.40 / 374 pagg

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma e vi auguro Buona Pasqua!



venerdì 16 marzo 2018

Papà-isola / Emile Jadoul

Oggi vi propongo un libro davvero speciale con protagonista un futuro papà.


Betty e Gigi sono una coppia di orsi molto innamorata che si guarda con amore e dolcezza.
Gigi fra poco diventerà papà e vive l'attesa con un po' d'ansia: si domanda se sarà un bravo papà, proprio lui a cui non piace il calcio, non si sa tuffare e non sa nemmeno usare un martello.
Tutte cose che, a detta sua, un super papà deve per forza saper fare.
Ma Betty arriva subito in suo aiuto: Gigi sarà un papà-capanna per proteggere il piccolo dalle intemperie, un papà-cavallo che gli farà vivere mille avventure, un papà-isola dove il piccolo potrà riposare.
Ma soprattutto sarà un papà in grado di accompagnare il suo cucciolo nella vita senza rimanerne ai margini.
E mentre Gigi, grato di queste parole, accarezza il pancione di Betty, lei gli mette una corona in testa con l'auspicio che diventi il re di tutti i papà!


Io ho trovato questo albo davvero bellissimo.
E' un albo pieno di poesia che racconta dell'arrivo di un cucciolo attraverso gli occhi, le paure e le insicurezze di un papà.
Un libro con un bellissimo messaggio per tutti i papà: per essere un super papà non serve saper fare molte cose ma basta esserci e saper regalare amore, affetto, tempo e dedizione.
Le illustrazioni sono grandi, a piena pagina, dai colori delicati e ricche di espressioni e sentimento, incentrate sui personaggi e sui loro stati d'animo.
Un libro perfetto da regalare anche ad un futuro papà!

Papà-isola
Emile Jadoul
Edizioni Babalibri
€ 12.50

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma


venerdì 23 febbraio 2018

Un leone in biblioteca / Michelle Knudsen

Le biblioteche sono luoghi che affascinano proprio tutti, bambini e...leoni!


Il protagonista di questa storia è infatti un leone che ha trovato nella biblioteca il suo ambiente ideale.
Il Signor Magretti, il bibliotecario, non è molto contento di vedere un leone fra le sale della biblioteca ma la Signorina Brontilini la capo-bibliotecaria asserisce invece che il leone può restare, se non infrange le regole.
Il leone si aggira fra le sale finché non si ferma nella sala di lettura dei bambini ascoltando tutte e le storie ma, alla fine delle letture, contrariato, ruggisce così forte da richiedere l'intervento della Signorina Brontolini: se il leone promette di essere educato e silenzioso potrà tornare il giorno dopo per ascoltare nuove storie.
Il leone torna ogni giorno aiutando la capo-bibliotecaria prima dell'ora della lettura: spolvera le enciclopedie con la coda, lecca le buste da spedire, aiuta i bambini a raggiungere i libri più in alto. Tutti adorano il leone, tutti tranne il Signor Magretti.
Un giorno il leone è in ufficio con la Signorina Brontolini quando questa cade dallo sgabello e gli chiede di andare a chiamare il Signor Magretti.
Per farsi capire dal bibliotecario al leone non resta che ruggire molto forte ma così facendo infrange le regole e sa che non può più restare in biblioteca.
Il giorno dopo tutti aspettano il leone sia la capo-bibliotacaria col braccio ingessato che tutti i bambini. E anche il giorno dopo e quello dopo ancora. Una sera il Signor Magretti anziché andare a casa cerca il leone dappertutto finchè non lo trova e gli comunica che ora in biblioteca è permesso ruggire per un buon motivo.  Questo basta per convincere il leone a tornare in biblioteca per la gioia di tutti i bambini e dalla Signorina Brontolini!


Una storia molto piacevole da leggere con deliziose illustrazioni dai colori tenui che parla di amicizia, di tolleranza e di persone che hanno saputo superare le diffidenze iniziali e saputo guardare al di là delle apparenze.
Un libro indicato anche per avvicinare i bambini alla biblioteca e alle sue regole.

Un leone in biblioteca
Michelle Knudsen
Edizioni Nord-Sud
€ 6.90

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

martedì 6 febbraio 2018

I maschi gentili esistono (ed io ne ho uno)


Una cosa che mi ha sempre infastidito nelle persone è la maleducazione soprattutto quella gratuita.
Non mi piacciono le persone prepotenti e credo che le cose anche meno simpatiche si possano dire educatamente.
Io ho la fortuna di avere un bambino gentile, un bambino che se porta a scuola 10 figurine non ne porta a casa mai nessuna, un bambino che mi dice sei la più bella femmina del mondo (non la più bella mamma o la più bella donna badate bene!), un bambino che per dimostrare ad un amico che è felice di vederlo, lo saluta con un bacio ed un abbraccio.
E gli ripeto sempre: non cambiare mai perché di maschi gentili come te ce ne sono pochi!
E spero con tutto il cuore che resti così!

(ovviamente le donne non sono escluse da questo discorso, anzi!!)

venerdì 26 gennaio 2018

Io, nonno Carlo e la paura / A.Baccelliere & C.Gobbo

Quando ho visto questo libro in biblioteca non ho potuto fare a meno di prenderlo per Tito: il libro racconta infatti il rapporto speciale che c'è tra un bambino e il suo nonno, tema ideale per il mio piccolo che adora il nonno.


Nonno Carlo è il migliore amico di Carletto: da giovane faceva il postino mentre adesso fa il nonno. Accompagna Carletto a scuola raccontandogli storie nel tragitto, il pomeriggio passeggiano insieme e se piove restano in casa a giocare.
Quando Carletto ha paura dei tuoni o del buio e del dottore, nonno Carlo ha un metodo infallibile per fargli passare la paura: gli dice di pensare a qualcosa di bello e la paura se ne andrà da sola.
Così Carletto pensa alle gite in barca sul lago, alle giostre, alle sue fidanzate, al sorriso della mamma e la paura non c'è più.
Quando è inverno e le giornate sono più lunghe, capita a volte che nonno Carlo diventi pensieroso: Carletto sa che il nonno ha paura di volare in cielo e lo aiuta a scacciare la paura con il suo stesso metodo.
Al nonno basta pensare alle gite, ai giochi e ai baci di Carletto: la paura svanisce, i due ridono, si abbracciano e insieme non hanno paura di nulla.



Ho scelto questo libro anche perché il mio Tito è un bambino un po' fifone che si spaventa pure per piccole cose e un libro che parlasse delle paure dei bambini mi sembrava adatto a lui così come le situazioni familiari in cui si trova Carletto.
Carletto ha delle paure abbastanza comuni fra i bambini in cui anche i piccoli lettori potranno identificarsi e il fatto di superarle grazie all'aiuto di una persona vicina è davvero un bel messaggio.
Le illustrazioni sono molto particolari, ricche di elementi decorativi che riempiono le ambientazioni, di tanti particolari e le espressioni dei personaggi sono sempre pertinenti ad ogni situazione.

Io, nonno Carlo e la paura
Anna Baccelliere e Chiara Gobbo
Edizioni Lavieri
€ 10,50

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma


venerdì 19 gennaio 2018

Le case degli animali / Marianne Dubuc

Conoscete già la casa editrice Orecchio Acerbo? Ho trovato alcuni dei suoi albi davvero ben fatti e questo titolo scovato in biblioteca non fa eccezione!

In questa storia accompagniamo Topo Postino nel suo abituale giro per consegnare lettere e pacchi stipati nel suo carretto di casa in casa.
La prima tappa è la casa del Signor Orso che aspetta una lettera dalla zia mentre fa colazione con una bambina bionda, poi è il turno della numerosissima famiglia Coniglio, delle case degli uccelli e del Signor Scoiattolo che riceve sempre e solo nocciole.
Ma anche il postino ha bisogno di una pausa e, indossata la tuta ignifuga, può gustarsi una meritata salsiccia alla brace con il suo amico Drago.
Casa dopo casa, il carrello del Topo Postino si svuota fino alla consegna dell'ultimo pacchetto che è destinato al suo piccolo Tommaso che compie gli anni.


Il bello di questo albo è che possiamo guardare direttamente dentro le case dei destinatari della posta che sono ricchissime di dettagli; nella casa del Signor Lupo ad esempio possiamo scorgere i personaggi delle fiabe legati a lui come i porcellini, i sette capretti e persino Cappuccetto Rosso!
Per ogni illustrazione l'autrice sceglie i particolari e le caratteristiche più salienti degli animali raffigurati rendendo ogni abitazione unica e con tanti dettagli da scoprire.

Un albo indicato per i bambini dai 4 anni ma che può essere tranquillamente sfogliato anche dai più piccoli grazie alle brevi descrizioni e alle belle illustrazioni. Un albo dedicato ai bambini curiosi che amano scovare anche i più piccoli particolari!

Le case degli animali
Marianne Dubuc
Edizioni Orecchio Acerbo
€ 13.90

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

(altri titoli di Orecchio Acerbo già recensiti QUI , QUI e QUI)

 

venerdì 12 gennaio 2018

Iole la balena mangiaparole / Gioia Marchegiani

Buon anno!
Riprendo l'appuntamento del venerdì  con un libro dolcissimo adatto sia ai più piccoli che alle prime letture in autonomia grazie ad un font che aiuta a superare le prime difficoltà di lettura.



La protagonista di questa storia è Iole, una tenerissima balena rossa che ogni giorno aspetta impaziente un poeta che puntualmente si reca in mezzo al largo sulla sua barca per scrivere e recitare poesie al mare.
Le parole che il poeta scarta cadono una ad una nel mare: a Iole basta spalancare la bocca e inghiottirle affinché diventino sue.
Queste parole vengono poi usate da Iole per inventare meravigliose storie da narrare agli abitanti del mare.
Iole aspetta ansiosa il suo poeta ma da qualche giorno di lui non c'è più traccia e lei, sempre più triste ed affamata, si ritira sul fondo del mare. I suoi amici soffrono per la sua infelicità e decidono di aiutarla: ognuno di loro infatti ha conservato una parola delle avventure di Iole e le regalano una storia tutta per lei.
Le parole del racconto  si scompongono pronte per essere mangiate da Iole che è di nuovo felice e che può inventare ancora nuove storie per i suoi amici.


La storia della balena Iole è una storia molto poetica accompagnata da splendide illustrazioni marine che parla di amicizia e del potere delle parole.
In fondo al libro troviamo un suggerimento dell'autrice per imparare a giocare e a divertirsi con le parole creando storie ed avventure sempre nuove. Consigliatissimo!

Iole la balena mangiaparole
Gioia Marchegiani
Edizioni Gribaudo
€ 5.90

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...